Abitudini alimentari sane in cucina

0

Partendo da questa famosa frase vediamo di trarre qualche conclusione. Rispettate l’adagio:

“Fai una colazione da re, un pranzo da nobile, una cena da povero”

Cosa mangiare è fondamentale per il benessere del nostro organismo, avere determinate abitudini salutari aiuta a prevenire molti problemi fisici e mentali,  ma non dimentichiamo anche che i tipi di cottura utilizzati per cucina i cibi, i vari metodi culinari ed anche addirittura diverse tipologie di piccoli elettrodomestici (la diversità ad esempio tra ciò che si ottiene con un’estrattore ed una centrifuga, o tra una pentola ed una vaporiera), posso incidere notevolmente con la nostra salute.

Abituarsi ad una colazione abbondante

Un tempo vi è l’abitudine di fare una colazione abbondante e la si consumava con sacralità tutti assieme attorno alla tavola. Oggi è striminzita, al massimo un caffè e un miserabile cornetto, consumata in gran fretta, spesso in piedi davanti al bancone del bar, assediati da altri famelici e altrettanto frettolosi avventori. Taluni addirittura la saltano, pensando così di perdere peso. Questa abitudine, a parte i disagi che causa sul piano dell’apprendimento e del rendimento lavorativo (ne abbiamo parlato più volte), favorisce, al contrario, l’aumento di peso.

Il dr. Anthony Godstone dell’Imperial College di Londra, molto impegnato su questo fronte, spiega il perché: saltare la colazione attiva un meccanismo mentale che ci spinge a ottenere una ricompensa nel corso della giornata attraverso cibi ipercalorici come quelli ricchi di zuccheri e grassi.

Lo so, molti di voi stanno pensando che è bello quanto vado dicendo, ma che la mattina, per la fretta che c’è, non si ha proprio tempo per far colazione tranquillamente. Sono invece dell’avviso che basterebbe andare a letto un po’ prima (e non fare le ore piccole davanti alla televisione o al computer) per svegliarsi l’indomani in tempo per fare una bella colazione seduti a tavola. Proprio “come un re”.

Piccolo elettrodomestico consigliato: Sicuramente non deve mai mancare un buon estrattore o uno spremiagrumi, una bella spremuta di arancia o pompelmo può far iniziare al meglio la giornata.

Fare pranzo sano

Altro che pranzo da nobile, quello che si è soliti fare lo definirei da miserabile, ridotto com’è abitualmente a una pizza o un panino farcito di ingredienti ipercalorici e innaffiati da cola o  altre bevande zuccherate. È un pasto (si fa per dire) squilibratissimo dal punto di vista nutrizionale, perché può arrivare a superare le 1000 calorie e portare un carico di zucchero che il povero pancreas fa fatica a smaltire.

Consiglio sulla cottura: ci sono metodi alternativi che possono fare la differenza, come la bagnomaria o la cottura a vapore che permette ai cibi di mantenere inalterate le sostanze nutritive. 200 grammi di carne cotta a vapore è decisamente più nutrizionale della stessa quantità cotta al forno o su padella.

Alimenti leggeri e nutritivi a cena

Dopo una giornata lavorativa, fatta di fatica e tensione, si torna a casa. Lo stress si allenta e, con la fame che ci si ritrova, di cena parca manco a parlarne: via con il di più e il peggio. Conosciamo tutti le conseguenze, ma la pulsione famelica ce le fa ignorare: peso sullo stomaco notturno che disturba il sonno, imbambolati e vaganti la mattina come zombi, con nessuna voglia di fare colazione. Così il circolo vizioso si chiude.

La scienza ha provato che, cenando parcamente e non troppo tardi, si rispetta il bioritmo della digestione e del metabolismo dei nutrienti e si evita così di prendere peso.

Il piccolo elettrodomestico della salute può fare la differenza, l’estrattore. La sera è consigliabile non mangiare troppo per non appesantire lo stomaco e i processi di digestione, allora perché non farsi  un bel estratto di frutta o ancora meglio di verdura?

“Il consiglio per eccellenza è: fate sempre un’abbondante colazione; se vi capita di mangiare troppo a pranzo, provate a non cenare o a consumare soltanto della frutta.”

Riducete il consumo di alimenti industriali

Alcuni prodotti industriali, come le merendine, i biscotti e le varie barrette dolciarie, propagandati con un’astuta quanto perversa pubblicità rivolta soprattutto ai bambini, fanno aumentare di peso perché i grassi e gli zuccheri che contengono in abbondanza, oltre che apportare tante calorie, inducono a un consumo compulsivo.

Altri alimenti creano dipendenza perché resi appetibili con l’aggiunta di additivi come i glutammati. Esperimenti fanno sospettare che i glutammati aumentino il tasso di colesterolo nel sangue e il rischio di obesità5. Fortunatamente disponiamo dei prodotti biologici, nei quali è vietato l’impiego di questi additivi (e di tanti altri).  Non è però un buon motivo per abbassare la guardia ed eccedere nel consumo di prodotti del genere soltanto perché sono a marchio bio!

Il consiglio: date la preferenza ai prodotti freschi e preparate pietanze e dolci in casa; ne guadagnano la salute e la tasca.

Consumate frutta e verdura fresche e rispettate la stagionalità

Consumare frutta e verdura è d’obbligo se si vuole stare in buona salute prevenendo anche l’obesità. È però insensato far ricorso a prodotti fuori stagione (un classico: le zucchine inserite nelle diete dimagranti anche d’inverno) non solo per i prezzi alle stelle, ma anche per il fatto che, trattandosi di prodotti ottenuti con colture in serra, hanno di norma un minore valore nutritivo rispetto a quelli di stagione. I prodotti freschi contro-stagione provenienti dall’altro capo del mondo non saranno prodotti in serra, ma la loro ricchezza nutrizionale può  ridursi anche significativamente nel viaggio.

Chi ha a cuore la linea dovrebbe anche preoccuparsi che gli alimenti che consuma non contengano residui di pesticidi nocivi, alcuni dei quali, come gli organocloruri, possono favorire l’obesità (Pesticidi nel cibo, Valore alimentare n. 37). Anche in questo i prodotti biologici ci possono essere d’aiuto.

Il consiglio: rivolgetevi a fornitori di fiducia e comprate prodotti freschi di stagione.

Estinguete la sete con l’acqua. D’estate si beve tanto per estinguere l’arsura della sete.

Il consiglio: se avete sete, bevete acqua, e non meno di un litro e mezzo nell’arco della giornata.

Fonte : Rotex – Shop online di elettrodomestici da cucina

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.