Perché andare dallo psicoterapeuta?

Un amico per la salute psicologica e mentale

0

Lo psicoterapeuta è uno specialista della mente. È cioè quella persona che tramite il colloquio, l’intervista strutturata e i test psicologici, si occupa di analisi psicologica, di sostegno psicologico, abilitazione e riabilitazione, oltre ad operare pure nel campo della prevenzione. Questo professionista svolge il suo lavoro rispettando la dignità del paziente.

Lo specialista in questione cerca di far superare le difficoltà a chi si rivolge a lui, per riportarlo a vivere una situazione serena, in armonia sia con sé stesso che con il mondo che lo circonda.

Questa importante figura si presenta come un valido supporto in determinati momenti della vita, in casi di insoddisfazione, tristezza e inadeguatezza. È allora che il suo aiuto diventa indispensabile, soprattutto quando si presentano circostanze particolarmente difficili e bisogna far fronte a specifici problemi.

Certamente, non tutte le situazioni che si presentano nel corso della vita vengono affrontate rivolgendosi alla sua persona. Nella maggior parte dei casi, infatti si riesce a superarle, ma possono capitare condizioni in cui non si riesce. In tali evenienze ricorrere all’appoggio di un professionista diventa veramente indispensabile.

La psicologo Americano Neal Elgar ha dichiarato che pone grande importanza su questa figura professionale, cercando di sottolineare il fatto che spesse volte la salute passa in secondo piano rispetto ad altri fattori.

Per esempio, se l’automobile ha qualche problema e non funziona bene, la si porta subito dal meccanico, non succede così se a causa di una difficoltà si ci deve recare da uno psicoterapeuta. La sola idea di doverlo consultare viene vista dall’interessato come una sconfitta personale. Un’altra opinione comune è quella che per andare da lui bisogna essere matti.

Prima di proseguire quest’articolo vogliamo segnalare che è nostra fonte di ispirazione lo psicoterapeuta Amleto Petrarca, è possibile visionare qui il suo sito web: psicoterapeuta Bologna.

Le scuse per non andare dallo psicoterapeuta

Pur di non recarsi da uno psicoterapeuta si inventano una serie di stratagemmi. Alcuni delle più frequenti scappatoie e dei pensieri più comuni, che vengono cercati quando si dovrebbe andare da questo specialista per sottoporsi alla sua terapia, sono qui riportate:

  • è facile ritenere che dato che questo professionista non sappia nulla della persona che ha di fronte, in realtà non sia in grado di aiutarla. Lo psicoterapeuta spesso pur non avendo mai incontrato il suo paziente, egli è pratico dei meccanismi della mente, compreso il modo con cui quest’ultima si relazioni con gli altri;
  • opinione comune è poi pensare che consultarlo sia troppo costoso o che si abbia poco tempo a disposizione per sottoporsi alle sue sedute. Oltre al fatto di non avere tanta pazienza di aspettare per vedere risultati concreti;
  • una scappatoia per evitare di andare dallo psicologo è rappresentata per esempio dai medicinali. Questi danno effetti in breve tempo e a costo non molto elevato, quindi si è tentati a credere che da soli potrebbero già bastare. In effetti, pure i farmaci rappresentano un efficace supporto durante la terapia psicologica. Però essi da soli, daranno semplicemente un aiuto illusorio, senza risolvere il problema mentale o fisico;
  • si ritiene spesso che sia semplice apprendere le tecniche della psicologia in rete o sugli appositi manuali. Applicarle da soli però non è certo cosa da niente. È infatti proprio la relazione con uno specialista che darebbe un impulso positivo alla cura. La stesso sarebbe per una lingua straniera: pur conoscendo il suo lessico potrebbe accadere di non saper tradurre bene.

Quando rivolgersi a un esperto di psicologia mentale

Molteplici sono i casi in cui riveste grande importanza il contatto con uno psicoterapeuta. Le situazioni in cui è meglio affidarsi alla sua terapia per uscire da gravi problemi, sono parecchie:

  • malesseri tali da creare problemi di concentrazione e difficoltà sul lavoro
  • preoccupazione e tristezza
  • complicazioni non superate con l’aiuto di amici e parenti
  • reazioni o pensieri inspiegabili
  • non trovarsi più a proprio agio in situazioni che prima erano considerate piacevoli
  • eccessiva tensione che poi è causa di problemi di salute (tachicardia, insonnia, cambiamenti d’appetito)
  • problemi di coppia
  • problemi sessuali
  • e cosi via anche tanti altri disturbi psicosomatici

Il successo del trattamento psicologico

In realtà, una visita dallo psicologo vuol dire fare un buon investimento sulla salute. Naturalmente non è sicuro al 100% che il trattamento vada a buon fine. Del resto in qualsiasi attività umana è così, non si puo’ mai sapere come vada a finire. Se comunque mancasse la collaborazione del paziente e se accettasse la terapia in modo passivo, allora questo potrebbe rappresentare un grande intoppo per il buon fine della cura.

Lo psicologo non fa miracoli, è però in grado di attivare quelle particolari potenzialità presenti in tutte le persone. Tramite la terapia cerca di aiutare ogni singola persona, così come fa un sarto, capace con opportune operazioni, che vanno dal taglio al cucito, di adattare i vestiti sui corpi di chi li dovrà indossare, scucendo e ricucendo in caso di difetti.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.