Quanto guadagna un influencer?

0

Rispondere alla domanda ‘Quanto guadagna un influencer?’ non è facile. Nel corso degli ultimi anni le modalità di farsi pubblicità delle aziende sono molto cambiate; alla pubblicità tradizionale si preferiscono canali diversi a seconda del target di riferimento, e l’avvento dei social network ha implementato questa tendenza.

Qui entrano in gioco gli influencers che possono essere paragonati agli ormai vintage ‘testimonial‘. Mentre però i testimonial di qualche anno fa erano personaggi famosi del mondo dello spettacolo o dello sport, oggi gli influencers sono blogger e youtuber con migliaia di followers sui principali social network.

Sono persone ‘normali’ che soltanto in casi rarissimi sono apparsi in TV, e che i followers imparano a conoscere grazie alle foto postate su Instagram, ai video su Youtube o ai post sui blog personali.

Carta d’identità dell’influencer

Se volessimo targhettizzare l’influencer, si tratta generalmente di ragazzi e ragazze anche molto giovani che hanno fatto della loro passione un lavoro o quasi. Youtuber appassionati di videogiochi, fashion blogger, beauty blogger, food blogger, e altro.

Per ogni prodotto che esce sul mercato, di qualunque categoria esso sia, ci sarà un influencer specifico che potrà pubblicizzarlo.

Una volta che il blogger o lo youtuber raggiunge un numero consistente di followers su Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest e altre piattaforme potrebbe essere un potenziale influencer. La parola stessa lo dice; l’influencer influenza i comportamenti d’acquisto delle persone che lo seguono.

Come si diventa un influencer?

Diventare un influencer non è facile; molti bloggers e youtubers vorrebbero diventarlo, ma il mercato è molto selettivo in questo settore, e le aziende non affidano le sorti delle loro campagne a persone che non possono dimostrare di essere un influencer.

L’influencer si è guadagnato la fiducia dei suoi followers. Lo dimostrano i commenti sui social, il numero dei suoi followers, che generalmente si aggirano intorno al migliaio.

Quante volte vi siete trovati di fronte a una foto di Chiara Biasi con un outfit privo di gusto in cui capi di abbigliamento e accessori cozzavano gli uni con gli altri e i commenti erano tutti del tipo ‘Come stai bene!’, ‘Outfit meraviglioso’, ‘Che eleganza’. Avete mai pensato che i suoi followers dicessero così solo perchè ormai la blogger era un’istituzione nel settore? Nessuno mai si sarebbe azzardato a dire ‘ma che schifo di outfit hai messo su?’.

Questo perchè l’influencer è una sorta di guru che anticipa mode e tendenze, le fa sue e, nonostante talvolta gli oggetti che pubblicizza siano delle autentiche schifezze, mai nessuno si sognerebbe di contraddirlo. È grazie agli influencer che aziende di cosmetici e abbigliamento vendono milioni di prodotti che altrimenti nessuno acquisterebbe perchè oggettivamente non sono chissà cosa.

Comprare followers Instagram è, inoltre, una pratica molto diffusa per incrementare in fretta il proprio numero di seguaci e, chissà, arrivare prima in cima all’Olimpo delle mode.

Fare l’influencer è un lavoro?

Per influencer molto famosi si tratta di una vera e propria professione, con tanto di calendari e impegni prestabiliti cui far fronte. L’influencer ha un lavoro a tempo pieno proprio come qualunque altra persona che lavori in un ufficio o in qualunque altro posto.

Un lavoro un po’ particolare, soprattutto se quando è nato è iniziato tutto per gioco. Ci sono influencer che considerano la propria attività come un lavoro a tutti gli effetti, e questo perchè alcuni di loro guadagnano anche parecchio. Ma quanto guadagna un influencer?

Il guadagno di un influencer

Da qui a pensare che tutti gli influencer guadagnino abbastanza da fare della propria attività un lavoro redditizio, ce ne vuole. La maggior parte degli influencer si accontentano di ricevere in cambio prodotti omaggio da parte delle aziende con cui collaborano; soltanto i più famosi richiedono un contrbuto in denaro spesso abbastanza sostanzioso che le aziende generalmente gli accordano, ma si trata di casi limite.

Il guadagno di un influencer dipende soprattutto dai followers che detiene sulle diverse piattaforme social, ma anche dai commenti che riesce a ricevere e quindi dal riscontro in termini di vendite e fatturati delle aziende che collaborano con loro. Un’azienda non averbbe alcun interesse a pagare importi anche molto elevati se l’influencer non portasse i benefici economici che l’azienda si aspetta di ricevere con la sua popolarità.

Da ciò deriva il fatto che ci sono influencer che possono permettersi di fare della loro passione un lavoro, e ce ne sono altri che invece devono accontentarsi di ricevere un paio di occhiali, un accessorio, un prodotto di make up in cambio di una recensione positiva o di una foto su Instagram, oppure ancora di una videorecensione.

I criteri in basi ai quali le aziende selezionano gli influencer

Di seguito alcuni dei criteri che le aziende utilizzano per selezionare i loro influencer:

  1. numero di followers sui principali social network
  2. commenti e coinvolgimento dei followers
  3. fiducia
  4. autorevolezza

Volete diventare influencer? Come in tutti i settori, se vi dedicherete con impegno e costanza potreste riuscire a raggiungere l’obiettivo. A volte… basta crederci!

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.