Massaggio californiano: vantaggi

La tendenza del massaggio californiano, ci fa scoprire i benefici di questa manipolazione, dedicata al relax e al contatto fisico in completa armonia

0

I vantaggi del massaggio californiano. Dalla mitica California, quella in cui tutto è sole, benessere e relax, è arrivato da decenni anche in Europa il trend del massaggio californiano. Ma da qualche anno, questa tipologia di manipolazione sta ottenendo sempre più diffusione e successo, grazie alla filosofia che ne è la base.

Relax e benessere nel contatto col proprio corpo

massaggio

Nato negli anni Settanta in un contesto di liberazione dai tabù del corpo, il massaggio californiano parte dall’idea che è necessario riacquistare il contatto col proprio essere fisico, in armonia con la natura e con uno scambio di energie positive tra massaggiatore e ricevente.

Nei corsi per massaggio più prestigiosi, si parte sempre dalla teoria dello studio del corpo e degli effetti della manipolazione, per arrivare poi al punto in cui pratica e teoria si incontrano, in un’azione di contatto molto forte tra massaggiatore e massaggiato.

Si agisce, nel massaggio californiano, con l’intento di liberare l’energia dal corpo, come avviene nel massaggio orientale, per ristabilire un equilibrio tra i punti chiave del nostro organismo e rendere il massimo del relax e della percezione di benessere che possiamo sentire.

Spesso l’equilibrio psico-fisico non è facile da raggiungere, sia per questioni di stress quotidiano, sia per dei blocchi energetici in alcune zone del corpo, che possono riflettere dei blocchi anche psicologici di paure e tensioni.
Inoltre, anche il rapporto con il nostro corpo potrebbe essere “minato” da una cultura in cui non si valorizza il contatto con la nostra natura, che fa parte insieme allo spirito di un insieme che ci rende unici.

Spesso il percorso verso un’unione tra corpo e spirito, sessualità libera da blocchi e ragione rivolta al benessere non è così semplice, e il massaggio californiano si pone come una pratica che fa parte di questo cammino, per riavvicinare ogni aspetto della nostra personalità.

Una specie di terapia del benessere che si basa su trattamenti di massaggio con manipolazioni intense, rivolte a liberare l’energia trattenuta, l’uso di oli essenziali e frizionamenti per riattivare la circolazione linfatica, sanguigna e… della vitalità!

Il massaggio californiano in Europa

Nella California degli anni Settanta, il massaggio veniva praticato anche all’interno delle terapie di gruppo, che si ponevano come cellule di cambiamento di mentalità e di liberazione del corpo dalle costrizioni. Non solo il proprio, quindi, ma anche il corpo altrui in uno scambio energetico forte in cui il benessere era condiviso e donato, reciprocamente, tramite l’arte del massaggio.

Un contesto molto particolare, che è stato il veicolo di una tipologia di massaggio che ha travalicato i confini degli USA per arrivare anche in Europa, con una ricezione simile, anche se non del tutto.
L’emancipazione dalle catene sociali e dalle società repressive in cui il corpo è tabù, le emozioni vanno nascoste, le proprie idee taciute… tutte le dinamiche che portano il massaggio californiano a prediligere libertà e benessere, sono state adottate anche dalla società europea in tempi brevi, in un periodo di cambiamenti che ha portato questa tipologia di massaggi ad essere recepiti come liberazione delle energie positive del corpo.

La differenza con un contesto così specifico, però, ha fatto in modo che se in California l’idea di massaggio si unisse anche a quella di trattamenti psicosomatici e sensitivi, in Europa un massaggiatore esperto può approcciarsi al massaggio californiano non tanto come esperienza “mistica” ma come esperienza sensoriale ed energetica tra mente e corpo.

La natura ci ha dotato di un equilibrio tra le due realtà che va mantenuto per il nostro benessere, e il massaggiatore californiano tenderà a ripristinarlo tramite un contatto sensoriale, che ovviamente è al di fuori del contatto sessuale, come nelle idee più estreme della California anni Settanta si poteva pensare e praticare.
Si accede, invece, ad un contatto di liberazione delle energie che possa far accedere il ricevente ad un livello superiore di benessere e di vitalità. Una trasfusione energetica in grado di creare un legame di benessere reciproco, tra chi impartisce il massaggio e chi lo riceve.

Come si fa un massaggio californiano?

La pelle deve essere asciutta e pulita, per entrambe le parti in causa, ed è sempre consigliato un bagno caldo e rilassante prima del massaggio, e l’attivazione di musica adeguata. Ci si predispone sul lettino nudi, coperti da un asciugamano nelle zone in cui non si applica il massaggio al limite, in modo da agire integralmente sul corpo.

Si inizia proni a pancia in giù, e il massaggiatore californiano provvede ad effettuare prima massaggi leggeri con oli essenziali e profumati, applicati tramite distensione su tutto il corpo. Questi gesti iniziali sono lenti e fluidi, lavorando dapprima sulla superficie.

Ci si avvolge in un continuo andirivieni di manipolazioni leggere che andranno a sostare sui punti di energia. Il tracciato dei meridiani orientali energetici, dove scorre la nostra vitalità, andrà rispettato dal massaggiatore, in grado di agire sui punti della riflessologia quando va a trovare dei blocchi.

In questa seconda fase, infatti, i movimenti del trattamento del massaggio si fanno più intensi e decisi. Si andranno a toccare i centri di energia, i muscoli in tensione e le terminazioni nervose.
Il massaggiatore lavora con impasti, sfregamenti, colpi a becco d’anatra e “pizzicotti”.

Il massaggio californiano parte dalla testa per arrivare ai piedi, cercando un contatto rilassante e reale nel massaggio, per entrambi. Si deve instaurare una fiducia nel lavoro del massaggiatore e rilassarsi nella seduta, in modo completo.

I vantaggi

  • Relax completo.
  • Piacere e benessere dei sensi.
  • Armonia dei centri energetici.
  • Allontanamento di stress e fatica.
  • Effetto calmante del sistema nervoso.
  • Riattivazione della circolazione linfatica e sanguigna.
  • Eliminazione delle tossine.
  • Favorisce il sonno.
  • Favorisce la digestione.

Il metodo californiano ristabilisce un contatto reale col proprio corpo, favorendo l’armonia dell’individuo nel mondo e con se stesso.
Anche a livello di autostima, può aiutare coloro che non hanno un buon rapporto col proprio corpo, pensando di non avere ottime opportunità anche in diversi campi di azione individuali. I segnali dell’organismo, saranno così ascoltati e risolti, e la funzione di massaggio sensitivi californiano può essere anche di tipo psicologico, se il massaggiatore è ottimamente preparato.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.